Tsaptsyna Darya

"Sogno di Venere"

Acquerello su carta, 51x70

Insolita e poetica, questa raffigurazione di una Venere appena nata, appena deposta sulla spiaggia di Pafo dall’onda del mare che l’ha generata, con attorno ancora la spuma dalla quale la dea ha preso forma, ancora dormiente, e sognante, nei primi inconsapevoli momenti della sua esistenza.