Vannini Secondo

"Marina con moscone"

Olio su tavola, 81x70

Una diffusa luminosità classica pervade quest’opera di belle dimensioni.
Un’Igea Marina, o una Torre Pedrera antiche, al tempo delle dune di sabbia e delle tamerici selvatiche.
Una spiaggia trasfigurata dalla luce in una mitica Ogigia, in una Corcira, se un moscone e una bici non apparissero per riportarci con prepotenza alla più schietta romagnolità.