Morri Annalisa

"La principessa che non aveva perso i sogni"

Terracotta ingobbiata, 20x14x20h

Quello che all’apparenza sembra un semplice delizioso e un po’ infantile divertissement, a un esame più attento si rivela una terracottina carica di citazioni colte. Le mattonelline a quadretti del pavimento, belliniane o tizianesche, comunque di ambiente veneto, il gattino, spesso presente nelle Annunciazione o nelle nascite della Vergine, il vestiario davvero principesco della dama, tutto rimanda a parametri “alti” non sconosciuti, ma resi semplici e fiabeschi dall’animo gentile e sognante dell’artista.